La principale conseguenza è il fattore di uguaglianza.

Abbiamo accesso alle informazioni e siamo connessi con modalità inimmaginabili rispetto al passato.

Abbiamo l’opportunità di creare un’economia collaborativa, le organizzazioni possono lavorare senza essere condizionate da un luogo fisico.

Aziende ad alto valore aggiunto in Italia possono collaborare con esperti di tutto il mondo.

Bisogna partire in piccolo perché si cambierà strada facendo e ci vuole qualcuno che sostenga il cambiamento.

E creare un ecosistema di partner, soprattutto nel mondo manifatturiero.