AEPI Industrie è tra le 68 imprese che hanno ottenuto il riconoscimento di Welfare Champion nell’ambito dell’iniziativa del Welfare Index PMI 2019, promossa da Generali Italia in collaborazione con le Confederazioni di categoria, volta a incentivare le piccole medie imprese ad interessarsi al welfare e a metterlo in “buona pratica”.

Tra le 4.392 imprese coinvolte ed intervistate in tutta Italia, di tutti i settori produttivi, Aepi è stata riconosciuta come impresa con il massimo rating di welfare aziendale, caratterizzato da ampiezza molto rilevante, intensità elevata, orientamento all’innovazione sociale, impegno economico-organizzativo e sistematico coinvolgimento dei lavoratori.

L’idea di un welfare aziendale strutturato, denominato “NoiperNoi” – “Il Welfare che vorrei… condiviso è meglio”, parte nel 2018, con l’obiettivo di progettare un welfare aziendale in un’ottica strategica, come un’innovativa leva di gestione dei collaboratori volta ad attrarre, trattenere e motivare le risorse in azienda.

L’approccio è stato fortemente indirizzato all’ascolto e alla rilevazione delle diverse esigenze dei lavoratori, tenendo conto dell’eterogeneità dei bisogni degli stessi.
Per i dipendenti significa: migliorare il benessere individuale e famigliare; ottimizzare la gestione del tempo e miglior rapporto tra vita lavorativa e vita privata. Per l’azienda, invece, obiettivi importanti sono: migliorare il clima aziendale; migliorare l’efficienza e quindi la produttività; abbassare il livello di assenteismo e il turn-over; trattenere le risorse in azienda; attrarre risorse chiave; aumentare la brand reputation.
Il progetto, partita con una survey anonima somministrata a tutti i collaboratori per “Sapere come stai in azienda e cosa potrebbe offrirti l’azienda per farti stare meglio”, ha quindi avuto lo scopo di cogliere bisogni, necessità e suggerimenti da parte di tutti, in relazione alla conciliazione fra le necessità famigliari e gli impegni lavorativi. Gli ambiti di intervento proposti sono stati: SERVIZI SALVA TEMPO, SERVIZI ALLA PERSONA, SALUTE E FUTURO, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO, SOSTEGNO AI GIOVANI. In particolare, gli interventi di flessibilità in entrata/uscita, il “maggiordomo in azienda” e l’ampio servizio di convenzioni aziendali perfezionate con strutture ed esercizi del territorio, sembrano avere ricevuto i maggiori apprezzamenti.

Il contesto di riferimento all’interno del quale il progetto si è sviluppato rientra in una attività più ampia, avviata da una decina di anni dall’azienda, centrata sull’ascolto ed il coinvolgimento delle persone nella vita aziendale, tra cui ricordiamo strumenti come l’analisi di clima aziendale, i gruppi di miglioramento, lo “Sportello di ascolto aziendale”.

Pensiamo che Il coinvolgimento di tutti i collaboratori sia il fattore vincente del progetto di “stare bene in azienda”. Partendo dai loro bisogni oggettivi, le persone vivono meglio le giornate sul posto di lavoro, ottenendo benefici maggiormente legati alla qualità della vita. Le iniziative di welfare aziendale racchiudono quindi una nuova visione immateriale del rapporto tra il singolo e l’azienda, ed è proprio questo nuovo “valore” a contraddistinguere il Gruppo AEPI sul territorio da oltre 50 anni.